Tra le domande che spesso vengono poste nei forum specifici, o semplicemente cercando su google la parola toppik, avrete notato che è assai ricorrente la frase Toppik fa male ai capelli? oppure le microfibre aumentano la caduta?. Non sono rare persone che affermano con certezza assoluta di essere davvero peggiorati per colpa delle microfibre.

Poi però a richiesta di foto che documentino la cosa si riceve… il NULLA e cosi in rete si trovano una moltitudine di questi proclami assolutamente non documentati che non fanno altro se non creare timori e dubbi in chi si affaccia per la prima volta nel mondo degli hair concealers.

Oltre a non documentare con foto le loro affermazioni praticamente tutti i personaggi con cui mi sono confrontato non si sono rivelati costanti nemmeno con l’applicazione delle microfibre abbandonandole e, come spesso accade, sono inesorabilmente scoparsi nel nulla.

In questo articolo parlo di Toppik in quanto è il prodotto più famoso nel suo genere e di indubbia qualità (se acquistato originale), però ciò che leggerete di seguito si può ritenere valido per tutte le fibre di qualità come ad esempio quelle di marca Kmax altrettanto valide.

Ho usato microfibre per 2 anni

Se avete letto qualche articolo di questo blog, avrete capito che mi piace documentare quello che scrivo, che siano studi o esperienze in prima persona. Nel caso delle microfibre posso parlare con cognizione di causa poiché le ho utilizzate per circa 2 anni in totale. Un anno quando non avevo ancora iniziato la terapia e il rimanente periodo durante la cura. Poi fortunatamente le cure hanno dato risultati e non ne ho più avuto bisogno, però in quel periodo Toppik fu un ottimo alleato.
Per chi volesse vedere risultati estetici che ottenevo grazie all’uso delle microfibre di cheratina, potete leggere l’articolo Evoluzione Calvizie: La mia Progressione da Capellone ad Agato

Ebbene appare evidente che l’applicazione quotidiana delle microfibre Toppik non ha fatto male ai miei capelli e nemmeno peggiorato la mia alopecia androgenetica.
Anzi, sono dell’idea che se realmente Toppik nuocesse alla salute dei capelli non avrei nemmeno potuto migliorare.

Su cosa si basa questa teoria?

I sostenitori di questa tesi, basano la loro teoria sul fatto che le microfibre sarebbero talmente piccole da “soffocare” il bulbo pilifero impedendo la corretta ossigenazione. Non considerano però il fatto che in realtà il bulbo pilifero non “respira” in quanto tutti i nutrimenti compreso l’ossigeno vengono apportati tramite il flusso sanguigno.

L’unico problema che si potrebbe verificare potrebbe eventualmente essere qualche irritazione cutanea dovuta ad intolleranze verso la cheratina stessa o soprattutto ad eccipienti e coloranti utilizzati per ottenere le tonalità desiderate. Il problema in tal caso sono però le irritazioni che, non curate, potrebbero degenerare in dermatiti le quali certamente non giovano alla salute dei capelli.

Questa però è un’eventualità che non si verifica di frequente ed è soprattutto legato ad acquisti di microfibre di scarsa qualità e prodotte da aziende sconosciute. Nulla a che vedere dunque con bulbi che “soffocano” a causa delle microfibre.

Quindi non ci sono ragioni logiche e scientificamente provate per cui Toppik potrebbe far male ai capelli peggiorando una alopecia androgenetica già esistente.

E’ successo anche a me!

Con questo non intendo certo dire che chi sostiene la tesi secondo cui Toppik fa male ai capelli sia un pazzo visionario, ma anzi… posso capirlo dato che anch’io inizialmente ho avuto la stessa impressione. Infatti dopo le prime applicazioni in cui rimanevo ogni volta stupito dai risultati strabilianti che ottenevo, anche a me quando mi vedevo senza microfibre sembrava di essere visibilmente peggiorato.

Però, venivo regolarmente smentito dal confronto con foto che mi ero scattato prima di iniziare ad usare Toppik. Eppure ero convinto anch’io di essere peggiorato!

Molto probabilmente ciò è riconducibile al fatto che il nostro cervello si abitua molto facilmente alla nuova immagine dataci dalle microfibre che davvero in pochi minuti ti portano indietro di decenni e in qualche modo la interpreta come la situazione normale. Dato però che basta un semplice shampoo per tornare alla “dura realtà” l’impatto è davvero forte e si ha questa sensazione di peggioramento.

E’ l’alopecia androgenetica che avanza

A mio modo di vedere la maggior parte di coloro che lamentano questo problema non tengono in considerazione il fatto che le microfibre non hanno proprietà terapeutiche ma solo estetiche quindi, se non si intraprendono cure specifiche, l’alopecia androgenetica continuerà ad avanzare inesorabilmente.
Il peggioramento quindi non dipende espressamente da Toppik ma è dovuto al normale decorso della calvizie.

Quindi Toppik fa male ai capelli? Si o no?

Se questo fosse un problema reale e così frequente, penso che ci dovrebbero essere molti casi documentati, invece non sono mai riuscito a trovane uno. Anche medici esperti in ambito tricologico come il Dottor Paolo Gigli che mi segue oppure il chirurgo esperto in trapianti Dottor Rosati sostengono che le microfibre di cheratina non peggiorano la calvizie androgenetica.
Quindi alla domanda Toppik fa male ai capelli? possiamo rispondere con un deciso NO.

E voi avete riscontrato problematiche in seguito all’utilizzo di microfibre Toppik o anche di altre marche? Diteci la vostra lasciando un commento nell’apposito box qui sotto 😉



Lascia un Commento:

Share This