Come accennato nell’articolo Calvizie Maschile: Domande e Risposte, la Scala Norwood è ad oggi quella più accreditata e universalmente utilizzata per la classificazione dei vari stadi di avanzamento della Alopecia Androgenetica Maschile.

Era il 1975 quando il dottor O’Tar Norwood integrò il lavoro risalente al 1951 in cui il dottor James B. Hamilton creò una prima tabella di valutazione per la Calvizie Maschile nota appunto come Scala di Hamilton che prevedeva solo 5 stadi ed era piuttosto approssimativa.

La Scala di Norwood invece portò gli stadi a 7 ma con l’aggiunta di ulteriori 5 sotto-varianti arriva ad includere 12 possibili percorsi che potrete vedere tra poco nell’infografica e troverete descritti di seguito:

  • Tipo 1: Situazione di perfetta normalità, nessun segno evidente di calvizie.
  • Tipo 2: Situazione ancora molto buona. Differisce dal tipo 1 solo per un lieve arretramento in zona tempie.
  • Tipo 2A: Rispetto allo stadio 2 si inizia a notare un più evidente arretramento di tempie e linea frontale.
  • Tipo 3: Le tempie appaiono scavate in maniera più profonda acquisendo la tipica forma ad U.
  • Tipo 3A: Come il Tipo 3 ma con ulteriore arretramento della linea frontale.
  • Tipo 3 Vertex: In aggiunta ai Tipi 3 o 3A, compare anche un diradamento dei capelli in zona Vertex.
  • Tipo 4: La densità in zona frontale e tempie diminuisce ulteriormente e la zona del Vertex passa da diradata a glabra.
  • Tipo 4A: Rispetto al Tipo 4 si tratta di una variante in cui il la zona glabra al Vertex non è necessariamente presente, mentre è più accentuato il danno in zona frontale e tempie.
  • Tipo 5: Come lo stadio 4 ma tutto più accentuato e con una significativa riduzione della densità generale.
  • Tipo 5A: Come lo stadio 4A ma più accentuato. Qui la perdita di capelli raggiunge livelli molto elevati e colpisce tutte le zone dal front fino al vertex lasciando pochi superstiti.
  • Tipo 6: La perdita è ormai ai massimi livelli, ma la corona laterale di capelli superstiti, che circonda la nuca e i parietali, è ancora alta.
  • Tipo 7: E’ lo stadio finale ed è il più grave in cui anche parte della corona viene intaccata riducendola ad una striscia davvero sottile.

Dato che solitamente la Scala Norwood viene rappresentata con immagini piccole e di scarsa qualità grafica, ho pensato di creare questa infografica nella speranza di darne una visione in chiave moderna (e spero gradevole), aggiungendo anche alcune considerazioni relativamente all’utilità delle cure ai vari stadi.

Ecco a voi l’infografica promessa:

(Clicca sull’immagine per vederla ingrandita in una nuova pagina)

Scala Norwood Infographic

Ti è piaciuta l’infografica? Se vuoi puoi condividerla nel tuo sito o blog, ti chiediamo solo di mettere un link al nostro sito in quanto autori 😉

Esempi di Scale diverse dalla Norwood

La Scala Norwood attualmente è la più utilizzata ma per le caratteristiche di estrema variabilità dell’alopecia androgenetica maschile potrebbero verificarsi anche situazioni con percorso di avanzamento diverso.

Quindi pur rappresentando la Norwood la principale scala di misurazione per i maschi, esistono anche altri tipi di classificazioni che esponiamo per informazione:

Scala Ludwig calvizie femminile

La scala Norwood riguarda solo gli individui maschi colpiti da Alopecia Androgenetica ma, seppur raramente, esistono casi femminili. Per valutare tali casistiche si utilizza la Scala di Ludwig.

 

Pattern Calvizie

____________

Pattern Alopecia

Questa immagine mostra una diversa interpretazione della Scala Norwood dove i 7 stadi vengono analizzati considerando 5 Pattern che si differenziano in base al differente modo di avanzamento del processo di miniaturizzazione. Come potete vedere il Pattern 4 corrisponde  alla Scala Ludwig.

E voi conoscete altre valide scale per misurare la gravità della calvizie?

Lasciate pure la vostra risposta nei commenti 😉

 

 



Lascia un Commento:

Share This