Se sei arrivato su questa pagina è molto probabile che anche tu sia stato colto almeno una volta dal dubbio: “E’ la stessa cosa usare Proscar o Propecia per curare la caduta dei capelli?”. In questo articolo cercherò di chiarire i tuoi dubbi in maniera efficace, o almeno lo spero 😉

In effetti è una domanda piuttosto comune tra gli utilizzatori poiché di fatto entrambi i farmaci contengono finasteride come principio attivo e sono prodotti dalla Merck, quindi è logico pensare che non ci siano particolari differenze tra i due. Ovviamente a parte il dosaggio che è di 5 mg a compressa per Proscar e di 1 mg a compressa per Propecia.

Tecnicamente il problema non si dovrebbe nemmeno porre dato che per la cura dell’alopecia androgenetica, i medici italiani possono prescrivere esclusivamente Propecia 1 mg o un generico equivalente, mentre Proscar 5 mg è destinato alla cura della ipertrofia prostatica benigna (IPB).

Tuttavia negli anni dal 1993 al 1997 precedenti la commercializzazione di Propecia (in Italia arrivò nel 1999) si utilizzava il Proscar 5mg spezzato in 4 o 5 parti. Inoltre, nei Paesi in cui non è in vendita Propecia, i medici prescrivono Proscar spezzato per la cura della calvizie. E’ quindi evidente che le differenze tra i 2 non devono essere poi cosi grandi.

Perché Proscar al posto di Propecia?

Dato che in Italia Propecia è regolarmente prescrivibile, si potrebbe considerare inutile continuare ad utilizzare il Proscar tagliato in quartini. Invece è pratica assai diffusa tra gli utilizzatori di tutto il mondo. Come mai?

Il motivo è piuttosto semplice. Propecia è certamente molto comodo da assumere, però ha un prezzo (ad oggi) di 56€ per confezione contenente 28 compresse da 1 mg, quindi pari a circa 2€ a milligrammo. Proscar invece costa circa 10€ per confezione di 15 compresse da 5 mg, con un costo pari a 0.13€ a milligrammo.

La differenza in termini economici è quindi abissale e a vantaggio di Proscar spezzato dato che con 10€ ci si può curare per 2 mesi mentre per fare altrettanto con Propecia si spendono ben 112€.

Da quando nel 2013 è scaduto il brevetto di Propecia, sono stati messi in commercio diversi generici equivalenti da 1mg (Carenafinast, Finacapil, Mylan, ecc… ) però il prezzo oscilla tra i 35 e i 40€ a confezione e pertanto è ancora piuttosto oneroso rispetto a Proscar spezzato.

Oltretutto esistono i generici anche del Proscar 5mg che hanno costi attorno agli 8 € e quindi il costo per milligrammo è sempre estremamente più competitivo per quest’ultima categoria.

Prescrizione di Proscar per alopecia androgenetica

ricetta medica

Abbiamo visto che Proscar 5 mg è prescrivibile solo per problemi alla prostata e in tal caso è pure dispensabile dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN)… quindi per chi pensasse di farsi prescrivere Proscar per i capelli con ricetta rossa e pagarlo circa 2 € a confezione, è decisamente improbabile trovare un medico che lo faccia poiché non è una cosa legale.

Oltretutto sfruttare il SSN per pagare ancora meno un farmaco già di per se economico come Proscar per curare un problema estetico come la calvizie, è estremamente ingiusto nei confronti di chi soffre di una patologia vera e propria come l’ipertrofia prostatica.

Tuttavia esistono 2 strade per ovviare al problema in modo perfettamente legale:

  • prescrizione off label: regolamentata dalla Legge 24.12.2007, n. 244, consiste nella prescrizione su ricetta bianca di farmaci con modalità o indicazioni diverse rispetto a quelle indicate dal SSN. Si deve trattare comunque di farmaci regolarmente in commercio seppur per altre patologie. Inoltre devono esistere delle evidenze sull’efficacia del farmaco per la patologia in questione. In tale casistica rientra quindi il Proscar normalmente prescrivibile per problemi alla prostata, ma utilizzabile off label per l’alopecia androgenetica se spezzato in 4 o 5 parti. Condizione tassativa è altresì il consenso informato che il medico deve fornire in questi casi. Probabilmente troverete maggiori difficoltà ad ottenere prescrizioni off label dal vostro medico di base semplicemente per il fatto che non ha l’abitudine a farle, mentre un medico specializzato in tricologia e quindi esperto nel settore non avrà problemi. Oltretutto non si grava assolutamente il SSN dato che con la ricetta bianca il farmaco è totalmente a carico del cittadino.
  • preparazioni galeniche: sempre dietro prescrizione medica, è possibile farsi preparare presso farmacie specializzate, delle capsule o compresse contenenti il dosaggio di finasteride galenica reputato idoneo dal medico curante. Il principio attivo è sempre il medesimo e la spesa si aggira sui 15-20€ per 30 compresse da 1 mg. Quindi meno economico rispetto a Proscar, ma comunque estremamente conveniente rispetto a Propecia o generico equivalente.

Come Tagliare Proscar?

In rete si legge di tutto e di più sulla modalità per meglio suddividere le compresse di finasteride 5 mg in 4 o 5 parti per ottenere il corretto dosaggio utile alla cura dell’alopecia androgenetica. Chi utilizza costosi taglia pillole e chi lamette particolari. Io semplicemente faccio uso di un normalissimo coltello da cucina normalmente affilato e ottengo i miei quartini senza pormi troppi problemi.

Diciamo che ci sono tipi finasteride che meglio si prestano al taglio e in tal senso meglio preferire compresse dalla forma rotonda. Io mi trovo molto bene con Finasteride EG, ma conosco persone che trovano ottima la TEVA o la Mylan. Insomma volendo essere pignoli, meglio se la compressa è tondeggiante. Ma ripeto che comunque la cosa non costituisce un grande problema.

Ad esempio Proscar che è tra i più utilizzati al mondo, ha una forma a esagono irregolare però tagliarlo in quartini non è assolutamente un problema e addirittura ci sono immagini che spiegano come arrivare a spezzarlo in 5 parti praticamente uguali.tagliare-proscarCome Conservare Finasteride Spezzata?

Altra fonte di estrema preoccupazione tra gli utenti dei principali forum, sembra essere la modalità di conservazione dei pezzi di finasteride una volta dopo averla spezzata. Si legge di gente che la conserva in contenitori ermetici, oppure che avvolge ogni singolo pezzo in pellicola di alluminio o, per finire, chi ripone i quartini residui nel blister originale richiudendo con del nastro adesivo il foro. Il tutto nel timore che il farmaco tagliato si deteriori in modo irreparabile.

Che dire, certamente sono precauzioni in più e male non fanno… però nel mio caso specifico mi limito a tagliare in 4 la compressa e mettere i pezzetti in una normalissima scatolina di plastica. Se effettivamente si deteriorasse così rapidamente non avrei avuto il recupero che avete visto.

Buona idea invece è quella di tagliare una compressa per volta e non tutta la confezione, perché con tale metodica di utilizzo una compressa vi durerà per 4 assunzioni e pertanto preparando in unica soluzione tutte le 15 pastiglie vi ritrovereste con 60 quartini e allora si che si possono avere dei timori di deterioramento dato che si tratterebbe di assumere l’ultimo dopo svariati mesi dal taglio.

Quindi meglio Proscar o Propecia?

La logica dovrebbe far pensare che, trattandosi del medesimo principio attivo, sia corretto attendersi i medesimi risultati. A maggior ragione nel caso di Proscar o Propecia che escono entrambi dagli stabilimenti della Merck.

Nei vari forum però è pieno di utenti che sostengono nette differenze di efficacia a vantaggio di Propecia, a volte addirittura dopo pochi giorni di assunzione. Cosi come peggioramenti incredibili nella capigliatura in tempi brevissimi in caso di passaggio da Propecia a Proscar.

Il problema secondo alcuni è dato dal fatto che Propecia e Proscar sono entrambi rivestiti da film protettivo, però durante il taglio dei quartini la protezione verrebbe meno in Proscar favorendo un deterioramento del prodotto e quindi una minor efficacia. Lo scopo della pellicola protettiva non è tuttavia legato all’assimilazione del farmaco, bensì come scritto nel foglietto illustrativo, ha il solo scopo di proteggere dal contatto accidentale i soggetti sensibili (donne incinte e bambini).

Conclusione

Personalmente utilizzo finasteride galenica oppure un generico da 5 mg spezzato in 4 e i risultati li potete valutare voi stessi. Oltretutto giusto per scrupolo ho voluto provare Propecia per 2 mesi e, come mi aspettavo, non ho notato alcuna differenza se non quella del mio portafoglio alleggerito di 112€ 🙂.

Quindi, secondo me, il dilemma tra l’uso di Proscar o Propecia per curare l’alopecia androgenetica non ha motivo di esistere e reputo i due prodotti perfettamente equivalenti negli effetti sui capelli.

Ovviamente per chi è timoroso nell’utilizzare Proscar spezzato, Merck continua a produrre Propecia e per tanto potrà avere la sicurezza psicologica che cerca… anche se a caro prezzo a mio modo di vedere. Ma dato che ogni anno vengono vendute milioni di confezioni di Propecia in tutto il mondo, evidentemente il prezzo non è poi tanto alto 😉



Lascia un Commento:

Share This