Il tema finasteride doping è ancora oggi argomento discusso e chi utilizza finasteride da molto tempo, avrà certamente notato il bollino doping stampato sulla confezione.

Sottolineo il “chi utilizza finasteride da molto tempo” in quanto tale farmaco faceva effettivamente parte della lista dei prodotti dopanti stilata dalla WADA (World Anti-Doping Agency).

Questo non perché fosse effettivamente un farmaco dopante vero e proprio con capacità di migliorare le prestazioni muscolari e di recupero negli atleti, e infatti era inserito nella sezione S5 (Diuretici e Agenti Mascheranti) in qualità appunto di mascherante.

In tale categoria non era inclusa solo finasteride ma tutti gli inibitori della alfa 5 reduttasi, quindi anche Dutasteride. Il motivo era appunto la capacità di finasteride di mascherare l’assunzione di nandrolone.

wada logoAvrete notato però che sto parlando al passato e se controllate la Lista WADA delle sostanze proibite (traduzione italiana a cura del NADO) nella sezione S5 non si fa più menzione degli inibitori della alfa 5 reduttasi.

Questo per il il semplice motivo che, con il passare degli anni, l’evoluzione nelle metodologie utilizzate per i test antidoping ha consentito di scoprire il motivo per cui finasteride e 5AR inibitori mascheravano l’assunzione di nandrolone e per tanto la WADA dal primo gennaio dell’anno 2009 decise di togliere il veto a tali sostanze come potete vedere da questo link dell’epoca: http://www.thebaldtruth.com/news/propecia-gets-ok-from-wada/.

romarioFinasteride quindi fu una sostanza proibita agli sportivi agonisti dall’anno 2005 fino al 2008 compreso e in quel periodo di tempo molti atleti furono trovati positivi all’uso di Propecia.

Un caso tra i più illustri fu quello del calciatore brasiliano Romario che nel 2007 venne sospeso per positività a finasteride.

Dal 2009 comunque il ban da parte di WADA è decaduto e tutti gli inibitori della 5 Alfa Reduttasi non fanno più parte delle sostanze vietate.

Vista la lunga scadenza che hanno Proscar, Propecia e i relativi equivalenti di finasteride generico che arriva a 3 anni, sono state in commercio fino al 2012 confezioni che riportavano il famigerato bollino rosso e da qui i dubbi a riguardo possono colpire nuovi utilizzatori o anche persone che curano da tempo la loro calvizie ma non sono informati in merito.

Comunque possiamo dire che ad oggi il tema finasteride doping è una vicenda chiusa al 100%.

Se notate imprecisioni o desiderate ulteriori approfondimenti in merito, lasciate pure un commento o contattateci attraverso l’apposita pagina. Vi risponderemo certamente.



Lascia un Commento:

Share This