Per molte persone l’argomento creatina e capelli magari è una novità, invece è una delle domande che sovente compaiono nei forum di settore. Abbiamo già visto come sia piuttosto diffusa la convinzione che l’allenamento con i pesi possa peggiorare la calvizie in seguito all’incremento di testosterone che ne consegue ed abbiamo chiarito come, se ci si allena senza l’uso di farmaci dopanti, non c’è da preoccuparsi più di tanto.

Sulla base di questa efficacia degli sport di potenza nello stimolare il testosterone, molti si preoccupano che anche l’utilizzo di integratori proteici e aminoacidi possa portare danni alla capigliatura, e ovviamente non poteva sfuggire uno dei supplementi più utilizzati dai frequentatori delle palestre, ossia appunto la citata creatina.

Creatina e DHT: uno studio che riemerge sempre

Non appena si prova a spiegare che non si tratta di un farmaco anabolizzante e che per quanto possa avere effetti sul nostro sistema ormonale questi sono comunque limitati, ecco che ricompare questo studio della Stellenbosch University (Sud Africa) e pubblicato sul Clinical Journal of Sport Medicine nel 2009 in cui i ricercatori universitari dimostrarono la capacità della creatina di aumentare il diidrotestosterone (DHT).

Ben sapendo come questo ormone sia tra le cause principali di alopecia androgenetica nei soggetti predisposti, ecco che in molti si preoccupano e sono timorosi nell’assumere questo integratore.

Cosa dice lo studio?

Se non hai voglia di leggerti il link allo studio originale riportato poco sopra, e se ti fidi della mia traduzione, farò di seguito una sintesi:

  • Lo studio si è svolto su 20 giocatori di rugby della squadra universitaria locale.
  • Svolgimento in doppio cieco con 2 gruppi di controllo di cui uno che assumeva un placebo.
  • Durata 3 settimane: in cui la prima prevedeva somministrazione giornaliera di 25 gr di creatina e 25 gr di glucosio (mentre il gruppo placebo assumeva 50 gr di glucosio). Le successive 2 settimane si passava al dosaggio di mantenimento pari a 5 gr di creatina e 25 di glucosio (invece al gruppo placebo solo 30 gr di glucosio).

Risultati

I livelli ormonali furono verificati sia a 7 giorni che alla fine dei 21 giorni e in questo lasso di tempo non ci furono variazioni significative nei livelli di testosterone sierico. Quello che invece sorprese gli scienziati fu che i livelli di DHT ebbero un incremento del 56% dopo i primi 7 giorni per poi stabilizzarsi sul 40% al raggiungimento dei 21 giorni.

Di seguito la tabella originale dello studio:

creatina dht

Esaminiamo meglio i dati:

Certamente io prendo per buoni i risultati, ci mancherebbe… però come tutte le cose vanno interpretate e non ci si deve soffermare in maniera superficiale su quel 56% di incremento avuto nella prima settimana.

Innanzitutto si tratta dell’unico studio di questo genere fatto nel lontano 2009 e su sole 20 persone. In seguito non si indagò più su questa potenzialità della creatina.

Ma non voglio soffermarmi su così poco per esprimere il mio parere ed ho quindi deciso di analizzare meglio di dati proposti dalle tabelle sopra citate:

creatina dht considerazioni

Quello che dovrebbe saltare all’occhio, invece di lasciarsi impressionare da quel 56%, è che i membri del gruppo placebo avevano ancor prima di iniziare valori di testosterone e DHT molto più alti rispetto al gruppo che assumeva creatina:

  • Placebo a Day 0 aveva 1,26 di DHT
  • Creatina a Day 21 aveva 1,38 di DHT

Come puoi vedere, i dati in entrambi i casi si muovono entro range fisiologici e paradossalmente ci sono valori similari che il gruppo placebo aveva pure prima di iniziare.

Si può dire anzi che, stranamente, tutti i membri del gruppo creatina avessero livelli di diidrosterone e testosterone molto più bassi al day 0 e questo potrebbe falsare l’interpretazione dei dati.

La quantità di DHT conta nella calvizie?

A detta di medici esperti come il dottor Paolo Gigli che mi segue nella terapia per la mia calvizie, la misurazione dei livelli di diidrotestosterone tramite analisi del sangue non ha una grande rilevanza per valutare un problema di alopecia androgenetica poiché, pur trattandosi di una patologia legata agli androgeni, il problema ormonale è di tipo “periferico” e legato all’eccessiva conversione di testosterone in dht a livello follicolare o comunque di eccessiva sensibilita’ dei relativi recettori.

In pratica il valore sanguigno di dht è pressoché irrilevante… può sembrarti strano che sia così, ma non conta quasi nulla per quanto riguarda l’alopecia androgenetica.

A tale scopo basta menzionare ad esempio i bodybuilders professionisti, i quali assumono sostanze dopanti tra cui anche dht puro o suoi derivati. I loro livelli ematici di tale ormone potrebbero essere tranquillamente di 10 volte rispetto a quelli di una persona normale, ma se non c’è la predisposizione genetica alla sensibilità recettoriale dei follicoli, si potranno indubbiamente verificare effetti collaterali di vario genere, anche molto gravi… però si avranno comunque capelli fluenti.

bodybuilding capelli

Creatina e Capelli: la mia esperienza

Personalmente mi alleno con i pesi da quando avevo 16 anni ed utilizzo creatina per periodi anche di 3-4 mesi consecutivi, staccandola poi per per periodi altrettanto lunghi. In passato ho sospeso l’assunzione anche per anni consecutivi.

Ebbene, non ho mai notato particolari differenze nello stato di salute dei miei capelli colpiti da alopecia che potessero essere collegati all’assunzione di creatina… in pratica quando la sospendevo (anche per anni) non notavo miglioramenti cosi come ricominciando l’assunzione non avevo peggioramenti.

Quindi la creatina fa cadere i capelli?

La creatina in base a questo unico studio sembra aumentare i livelli di dht ematico e io non ho alcun motivo per mettere in dubbio quanto affermato dai ricercatori. Quello che spero è di averti fatto riflettere sul fatto che questi incrementi di diidrotestosterone rimangono sempre e comunque entro i range fisiologici, ossia sono valori normali che una persona potrebbe avere anche senza assumere questo supplemento.

Quindi a mio modo di vedere non sarà l’assunzione di creatina a provocarti l’alopecia androgenetica né tanto meno potrà peggiorarla in modo significativo.

In pratica secondo me creatina e perdita dei capelli non sono correlate e, dato che personalmente è uno dei pochi integratori che ritengo davvero utili nel bodybuilding natural, se ti va di utilizzarla fallo in tutta tranquillità senza avere alcun timore di diventare calvo a causa sua 😉

E tu? Hai avuto problemi ai capelli utilizzando creatina? Oppure vuoi lasciare il tuo parere a riguardo? Scrivi pure un commento nell’apposito spazio a fondo pagina.



Lascia un Commento:

Share This